Menu

SafetySoftwareSpecification

La specificazione di sicurezza del software, nell'ambito della sicurezza funzionale dei sistemi elettronici programmabili, consiste nella definizione e nella documentazione dei requisiti di sicurezza allocati al software. Tali requisiti sono generalmente derivati dai requisiti di sicurezza del sistema e consistono in due tipi di requisiti di dettaglio:

  • Requisiti funzionali della sicurezza: definiscono le funzioni di sicurezza del software.
  • Requisiti di integrità della sicurezza: definiscono l'affidabilità e la disponibilità del sistema di protezione ed hanno lo scopo di assicurare che esso funzionerà quando necessario. L'affidabilità del sistema di protezione è espresso in livelli (SIL) che sostanzialmente esprimono i range di probabilità di successo delle funzioni di sicurezza costituenti il sistema di protezione.

HINTSW – T&T Systems effettua l'attività di definizione dei requisiti di sicurezza utilizzando l'approccio tecnicamente più attuale e rigoroso suggerito dalla norma internazionale IEC 61508 e dalle norme di settore da essa derivate. HINTSW – T&T Systems ha una pratica consolidata nell'applicazione di queste norme in quanto le ha utilizzate in diversi progetti, e pertanto ha sviluppato un efficace metodo di definizione, identificazione e tracciatura dei requisiti di sicurezza, avvalendosi anche di strumenti informatici sviluppati in proprio, oppure disponibili sul mercato.


Informazioni di dettaglio

GlobalSafetyLifeCycleIn molti settori applicativi le norme concernenti la sicurezza funzionale definiscono dei cicli di vita di sicurezza globale, e/o relativi al sistema ed al software. Tali cicli vengono definiti derivandoli per lo più da quelli proposti dalla Norma IEC 61508 (norma generale sulla sicurezza funzionale dei sistemi elettrici/ elettronici/ elettronici programmabili), ed in alcuni casi, specie per quanto concerne il software (ad esempio la Norma IEC 61511 concernente l'industria di processo), le norme di settore si limitano a richiamare il ciclo di vita di sicurezza del software come definito nella Norma IEC 61508.

La Norma IEC 61508 definisce tre cicli di vita:

  • Il ciclo di vita globale della sicurezza che concerne tutta la vita del sistema dalla sua concezione alla sua dismissione.
  • Il ciclo di vita di sicurezza del sistema che si riferisce solo alla fase di realizzazione del sistema (nona fase del ciclo di vita globale) e comprende tutte le attività necessarie alla progettazione ed alla realizzazione del sistema.
  • Il ciclo di vita di sicurezza del SW che riguarda esclusivamente la fase di realizzazione del SW (nona fase del ciclo di vita globale) e comprende tutte le attività di progettazione e di realizzazione (implementazione e validazione) del SW.

Una delle principali attività normate dallo Standard IEC 61508 è l'attività di definizione dei requisiti di sicurezza globali, del sistema, e del software, a cui vengono dedicate alcune delle fasi iniziali dei relativi cicli di vita. Anche nelle fasi successive i requisiti di sicurezza rappresentano un argomento fondamentale, infatti, il controllo e la gestione continua dei requisiti di sicurezza costituiscono una delle principali metodologie individuate dalla Norma, per minimizzare il rischio di introdurre nel sistema errori sistematici contrari alla sicurezza. Per questo motivo è importante conoscere molto bene, sia gli articoli contenuti nella Norma, sia le prassi attuative in cui ci si può imbattere nei vari settori applicativi.

SystemSafetyLifeCycle

SoftwareSafetyLifeCycle

Come già accennato, la nona fase del ciclo di vita globale della sicurezza è la fase di realizzazione ed in essa sono definiti due ulteriori cicli di vita: il ciclo di vita di sicurezza del sistema/ sottosistema ed il ciclo di vita di sicurezza del SW. In entrambi i cicli la prima fase è quella in cui vengono definiti i requisisti di sicurezza del sistema e del SW rispettivamente.

HW-SW-RelationsI requisiti di sicurezza del sistema sono derivati direttamente dalla porzione dei requisiti globali di sicurezza allocati al sistema/ sottosistema; mentre i requisiti di sicurezza del software solitamente sono derivati da quelli del sistema/ sottosistema e devono prendere in considerazione l'architettura hardware di tale sistema/ sottosistema.

In precedenza si era delineato il fatto che la gestione ed il controllo continuo dei requisiti di sicurezza, per tutte le fasi del ciclo di vita, costituiscono uno dei metodi preminenti per evitare di introdurre errori sistematici nel sistema. La prassi ha portato ad individuare alcune tecniche che consentono una gestione ed un controllo più agevole dei requisiti di sicurezza. Le principali sono:

  • individuazione univoca dei requisiti mediante assegnazione di un identificativo unico per ogni requisito;
  • tracciatura dei requisiti mediante utilizzo di opportune tabelle usualmente chiamate matrici di tracciabilità; queste matrici solitamente hanno lo scopo di:
    • correlare i requisiti con le varie attività svolte nelle diverse fasi del ciclo di vita (cioè verso le corrispondenti parti del design di alto livello, design di dettaglio, piano di test e casi di test);
    • correlare i requisiti agli hazard identificati in sede di analisi, in modo da poter controllare la loro effettiva chiusura, ovvero per controllare che siano state completate tutte le attività pianificate per la loro eliminazione;
    • correlare i requisiti di alto livello ed i requisiti di dettaglio qualora ci siano tra loro delle relazioni "uno a molti", oppure "molti a molti";
  • mantenimento della storia delle modifiche di ogni requisito mediante l'assegnazione di un numero di versione (versioning);
  • gestione informatizzata dei requisiti mediante, ad esempio, basi di dati.

Contatti

Telefono: +39 02.2897.0440; +39 02.2871.305
Fax: +39 02.9475.8909

Info generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info commerciali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Rif. commerciale: +39 340.3466.704

Sede legale: I-20129 Milano, via Plinio 1
Uffici: I-20127 Milano, via Natale Battaglia, 27

Più informazioni ...

Settori di attività

Settori

HINTSW - T&T Systems opera da oltre un decennio nell'ambito della sicurezza funzionale dei principali settori industriali e dei trasporti pubblici.

Più informazioni ...

Consulenza

consulting

La divisione HINTSW fornisce consulenze altamente professionali e specializzate per lo sviluppo di sistemi elettronici programmabili utilizzati in applicazioni critiche per la sicurezza umana.

Più informazioni ...

Certificazione di sicurezza

certificazione

La certificazione di sicurezza di un sistema o di un apparato è spesso una sfida ardua da vincere, HINTSW fornisce tutto il supporto e il know-how necessari per poterla vincere brillantemente.

Più informazioni ...

Formazione

formazione

HINTSW, attingendo dalle proprie competenze, propone una vasta gamma di servizi nell'ambito della formazione professionale.

Più informazioni ...

Go to top